LIBERIAMOCI di corsa

20 marzo ore 9.00
Parco di Villa Gordiani | via Olevano Romano

Corsa campestre per tutte/i

 

L’importante organizzazione che abbiamo messo in piedi da tre mesi a questa parte, con le difficoltà che ci sono venute in contro in continuazione, è stata una manifestazione per un impegno sociale con elementi sportivi come la corsa degli atleti tesserati Fidal, ma anche promozionali come la corsa dei numerevoli enti di promozione sportiva che hanno partecipato UISP, PGS, U.S. ACLI, CSAIN, CSEN, ACSI, con 22 società della Capitale e della provincia romana che hanno partecipato con i loro atleti. Tutto lo schieramento del Comitato Provinciale di Roma e della Fidal e della Polisportiva hanno dovuto mettere su la mattina dalle 7 alle 9 un impianto piuttosto complesso. Nel contesto della giornata c’è stata una manifestazione non agonistica della camminata campestre dedicata alla condanna dell’uso di violenza nei confronti delle donne. Far combaciare il tutto nei tempi e negli spazi non è stato semplice: pensiamo soltanto alle differenziazioni fra le varie categorie d’età che hanno partecipato e che hanno percorso le distanze a loro preposte. Il parterre degli accompagnatori e degli amici, spettatori e appassionati è stato folto e presente per tutte le gare.

Erano presenti all’evento e hanno premiato la fondatrice della “Corsa della donna” famosa in tutti il mondo Gabriella Stramaccioni, Chiara Cacchi dirigente Sport e Salute, Riccardo Viola presidente CONI Lazio, alcuni consiglieri municipali: Tatiana Procacci, Claudio Poverini, Elena Antinozzi, Eva Vittoria Cammerino, Maurizio Mattana, Olga Di Cagno, l’assessore allo sport Marco Ricci, l’assessore ai lavori pubblici Maura l’Ostia, Fabio Di Ricco dirigente ufficio sport, accompagnati naturalmente dal presidente del Municipio Mauro Caliste, la responsabile comunali delle pari opportunità Tiziana Biolghini, i giornalisti Valerio Piccioni e Ivano Maiorella, Fabio Spadaccia responsabile CONI e coordinatore delle società del sesto Municipio, alcune delle vincitrici della precedente serie della corsa per i diritti femminili Valeria Intilla, la stessa Gabriella Stramaccioni, Simonetta Dell’Ospedale, Barbara Falessi e Valeria Lupino.

Chi non ha partecipato a questa gara si è perso una grande opportunità, speriamo che non la perda il prossimo anno quando ci sarà la seconda edizione.

I RISULTATI DELLA GIORNATA

 

facebook