Campionati di società cadetti

Siamo entrati nella fase estiva dei nostri campionati, dopo i successi della corsa campestre.

Le prime gare in pista ci hanno fatto sapere subito che siamo cresciuti, e non poco. I risultati che abbiamo avuto a Caracalla il 7 aprile e a Ostia l’8 hanno lascito tutti gli atleti molto contenti delle due giornate spese a gareggiare e delle proprie prestazioni.

Tutti hanno realizzato i loro primati personali, ma questo era abbastanza ovvio, dopo un inverno di lavoro molto qualificato. Le cadette Lisa Carla Còcino (80 m, 300 m, 600 m, 4×100 m), Flavia Canetti (300 m, giavellotto, 600 m, 4×100 m), Sara Tiracorrendo (1000 m, giavellotto, 2000 m, 4×100 m), Manar El Hindawy (300 m, peso, 150 m, 4×100 m), Alice Campisano (1000 m, giavellotto, 2000 m) hanno dato un contributo importante alla qualificazione della squadra per la finale di Rieti.

Altrettanti buoni risultati hanno realizzato i cadetti, tutti debuttanti in categoria: tra loro, Claudio Rainaldi, che  è venuto a coprire un paio di lanci con buon successo, peso e disco. Ben si è comportato anche Adriano Ricciardi che, nonostante il poco allenamento, ha coperto, diciamo, benissimo, giavellotto, 80 m, 150 m e salto in lungo. Abbiamo avuto poi due battesimi, con un buon velocista, Flavio Gatti (80 m, 1000 m, 150 m e 4×100 m) e un altro giovane sul quale si dovrà lavorare, ma che dà buone prospettive, Christian Di Giorgi, il quale ha debuttato sui  150 m con un’ottima prestazione.

Veniamo ora ai nostri 4 moschettieri, coloro che hanno realizzato notevoli risultati in campestre, con il secondo posto a squadre dopo le Fiamme Gialle, dividendosi fra velocità e mezzofondo: nella velocità ha migliorato tutte le sue prestazioni Riccardo Stalpicetti (80 m, 300 m, 150, 4×100 m) e Gianluca Nanni (300 m, alto, 600 m, 4×100 m). I mezzofondisti sono andati ancora meglio, ovviamente, con dei personali notevoli: sia Alessio Fabri (1000 m, con 2’56’’38, 600 m, con 1’35’’97) e, infine, il solito Valerio Spalletta, con due risultati assolutamente di livello nazionale: 1200 st in 3’35’’72 e un 2000 di fuoco, nel quale, con una gara attenta ma velocissima, almeno in progressione, ha battuto il miglior mezzofondista laziale e avversario di sempre, Dennis Borghesi.

Passato il 1000 insieme a 3’13’’, la progressione è stata micidiale, tanto da far arrivare i due con 2’54’’ nell’ultimo 1000, 1’03’’ nei 400 m finali e 30’’ negli ultimi 200 m: totale 6’07’’21 per Valerio.

Staffetta 4×100 all’esordio 2018, con i ragazzi molto carichi, ma che ancora non hanno rodato i cambi, o meglio, sono piuttosto timidi, però hanno corso bene e in maniera regolare. Miglioreranno sicuramente nelle prossime occasioni.

I nostri allenamenti continueranno per una puntata sulle prove multiple e, in attesa della finale dei Cds di Rieti, con la partecipazione scontata al Trofeo della Liberazione.

A Ceccano, in contemporanea, Arianna Ferretti ha gareggiato sui 5000 m di marcia, con il miglior risultato personale stagionale di 29’10’’. Angelica Apuzzo ha partecipato ad un meeting a Orvieto, correndo un bel 2000, nel quale ha realizzato un 6’52’’ che non l’accontenta completamente ma che tuttavia costituisce il record societario promesse dell’ACSI Italia Atletica.

Il Direttore Tecnico
Mauro Pascolini
I risultati sono consultabili sul sito della Fidal al seguente indirizzo:
facebook