C.d.s. Cadetti/e Finale Regionale 12 e 13 maggio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Due belle  giornate, nonostante il pericolo di pioggia che però si è limitato a due orette nella sera del sabato, hanno accompagnato un fine settimana all’insegna dell’ atletica e della buona e abbondante cucina.

Siamo stati in quel di Rieti capoluogo della Sabina e per non fare avanti e indietro abbiamo scelto di dormire e mangiare (soprattutto) nel borgo vecchio della città pulita e ospitale. C’erano tutti i genitori degli atleti  che hanno anche loro gareggiato a chi portava pietanze più buone e a chi le gradiva di più.

Nelle gare che hanno intramezzato le mangiate, dobbiamo dire che gli atleti si sono comportati egregiamente. Soprattutto abbiamo avuto un Valerio Spalletta  super con una gara da manuale sui 1200 siepi: sempre in testa sotto la pioggia, non tremenda ma  battente, ha surclassato tutti i competitivi avversari, superando in velocità aggredendoli tutti gli ostacoli compreso l’ultimo e realizzando il minimo abbondante per i Campionati Italiani di categoria. Il tempo 3’27” e spicci lo fa salire  (a pari merito) nelle prime tre posizioni dell’élite  nazionale.  Naturalmente ha vinto la gara come ha fatto il giorno dopo (passeggiando) sui 2000.  Anche  Alessio Fabri sugli scudi con due personali sui 1000 e 600 mentre Riccardo Stalpicetti   eguaglia nei 300 piani e si supera abbondantemente sui 300 ostacoli. Buone anche le prove di tutti gli altri che hanno migliorato le proprie prestazioni:  Gianluca Nanni – 100hs, Flavio Gatti  – Peso 4Kg., Alessandro Lucci – disco 1,5 Kg.e Cristhian Di Giorgi salto in lungo.  Infine la Staffetta 4×100 con Gatti, Di Giorgi, Spalletta, Stalpicetti.

Purtroppo, nella classifica generale pesa l’assenza di un atleta  (Adriano Ricciardi)  che ha un po’ compromesso tutto perché ci siamo presentati in 7 , che non sono bastati, per coprire le 16 gare previste: ogni atleta poteva partecipare solo a due gare più la staffetta.

Anche le cadette si sono comportate egregiamente: sugli scudi Manar El Hindawy con 3 personali 80hs, disco e 4×100 mentre Sara Tiracorrendo ha onorato il suo nome con il podio nel  lancio del giavellotto. Solo discretamente Alice Campisano nei 2000.

 

Grandissima e matura prova nella marcia 5 Km. del Campionato di società Allieve di Zeneb Adnane che ha affrontato la prima gara  della sua vita in questa specialità. E’ partita molto cauta, come le era stato consigliato, ed ha proceduto sempre in progressione superando anche delle avversarie più quotate. Ha interpretato la gara attraverso una marcia agile e corretta e non ha ricevuto nemmeno un richiamo. Se son rose….

facebook